Maggiore visibilità per le vostre notizie, articoli e comunicati stampa

L’operazione verrà perfezionata nei prossimi mesi: A2A prosegue nel rafforzamento dell’economia circolare.

A2A

A2A: i dettagli dell’operazione

Giovedì 8 ottobre, presso il Tribunale di Bologna, si è tenuta l’asta per rilevare il 100% del capitale sociale di Agripower, realtà emiliana attiva nello sviluppo e nella gestione di impianti di generazione elettrica da biogas. Ad aggiudicarsi la società del Gruppo Maccaferri la multiutility A2A. L’operazione, del valore di 10,1 milioni di euro, è stata effettuata attraverso la controllata Linea Group Holding. Grazie all’acquisizione di Agripower, LGH rafforza la propria posizione nell’ambito della produzione di bioenergia: un nuovo step per A2A verso il consolidamento di un’economia sempre più circolare. Agripower con sede a Zola Predosa, in provincia di Bologna, è una piattaforma fra le più importanti della Penisola: la produzione di energia elettrica avviene grazie ai 18 impianti sparsi in tutta Italia e alimentati da fonti green come i residui agricoli, raggiungendo una potenza complessiva di 18 MW. Ma non solo: Agripower è inoltre specializzata in Operation and Maintenance e gestisce attualmente più di 60 impianti di generazione elettrica da biogas. Business che nel 2019 ha portato circa 42,7 milioni di ricavi consolidati e un Ebitda consolidato pari a 15,8 milioni. Con la sua acquisizione, A2A conferma il forte impegno a favore di uno sviluppo sostenibile.

A2A: obiettivi e valori della multiutility

Nata nel 2008 dalla fusione di AEM, ASM e AMSA, A2A è la più grande multiutility in Italia. Con sede a Brescia e a Milano, il Gruppo, che conta oltre 12.000 dipendenti ed è quotato nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano, si occupa di produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica e gas ed è leader italiano nel settore ambientale. La società è impegnata inoltre in attività come il teleriscaldamento, l’illuminazione pubblica, la mobilità elettrica e lo sviluppo delle smart cities. Con la volontà di poter giocare una partita nazionale molto importante, A2A presenterà il nuovo piano industriale all’inizio del 2021. Sarà per la prima volta un piano decennale volto a favorire la transizione sostenibile con importanti investimenti in infrastrutture strategiche per la crescita del Paese.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...