Maggiore visibilità per le vostre notizie, articoli e comunicati stampa

Lo smart working adottato da Enel ha coinvolto 37mila lavoratori nel 2020. Claudio Machetti: i modelli di lavoro flessibili offrono benefici a dipendenti e aziende.

Claudio Machetti

Claudio Machetti: il modello di lavoro flessibile adottato da Enel

“Penso che lo smart working sia una grande opportunità per i colleghi e per l’azienda – ha dichiarato Claudio Machetti, Direttore della Global Energy and Commodity Management Line di Enel – Si tratta di usarla nella maniera giusta”. Era stato un progetto pilota, lanciato da Enel nel 2016, a introdurre nel Gruppo il modello dello smart working: circa 500 dipendenti potevano decidere di lavorare da remoto un giorno a settimana. Lo scoppio della pandemia ha accelerato questo fenomeno, l’azienda ha infatti allargato il progetto che nel 2020 ha coinvolto un totale di circa 37mila lavoratori. “La pandemia rappresenta un grande punto di discontinuità. C’è poco da fare, non si torna più al punto in cui siamo rimasti prima. La discontinuità è discontinuità da tutti i punti di vista e quindi inizierà una vita nuova”, ha aggiunto Claudio Machetti. Questo nuovo modello, conferma il manager, permette “un’ottimizzazione in generale”.

La carriera di Claudio Machetti: da Ferrovie dello Stato Italiane a Enel

Attuale Direttore della Global Energy and Commodity Management Line di Enel (precedentemente Global Trading), Claudio Machetti si laurea in Scienze Statistiche presso l’Università La Sapienza e intraprende la carriera professionale in ambito finanziario. Dopo gli incarichi presso il Banco di Roma, entra in Ferrovie dello Stato Italiane (1992), inizialmente in qualità di Dirigente Responsabile dell’Unità Mercati Finanziari e più tardi come Direttore della Finanza Operativa. Parallelamente collabora alla nascita di Fercredit, società finanziaria della quale diventerà anche Amministratore Delegato. Dopo l’esperienza di otto anni in Ferrovie dello Stato Italiane, il percorso di Claudio Machetti prosegue in Enel: nel 2000 è nominato Responsabile dell’Area Finanza e contribuisce alla nascita di Enel Insurance ed Enelfactor, per la quale sarà nominato Amministratore Delegato. Prima di passare ai vertici della Business Line del Gruppo, diventa Direttore dell’unità Risk Management. Attualmente gestisce il sourcing di gas, carbone e olio combustibile e si occupa dei mercati all’ingrosso relativi alle commodity energetiche come gas, coal, power, CO2 e oil.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...