Maggiore visibilità per le vostre notizie, articoli e comunicati stampa

Lombardia, Veneto, Trento e Bolzano: sono i territori coinvolti nel progetto targato Terna sullo sviluppo e sull’ammodernamento della rete elettrica in previsione dei prossimi Giochi invernali. Stefano Donnarumma: “Impegno che ci rende orgogliosi”.

Terna, previsti oltre 130 km di nuovi elettrodotti “invisibili”: i dettagli del progetto

Sviluppare e potenziare ancora di più, grazie ad opere a ridotto impatto paesaggistico, la rete di trasmissione in alta tensione nei territori tra Milano e Cortina dove nel 2026 si svolgeranno i XXV Giochi olimpici e paralimpici. È l’obiettivo del nuovo progetto avviato da Terna in Lombardia, Veneto e nelle Province autonome di Trento e Bolzano. Lo scorso 24 maggio il Gruppo guidato da Stefano Donnarumma ha annunciato di aver ricevuto l’autorizzazione per la nuova configurazione della stazione elettrica a 220 kV di Premadio (Sondrio) da parte del Ministero della Transizione Ecologica. L’operatore ha potuto così dare il via alla fase più complessa del progetto, che nei piani di Terna prevede un investimento di oltre 200 milioni di euro. Sono 12 gli interventi altamente tecnologici programmati e che porteranno alla realizzazione di circa 130 km di nuovi elettrodotti completamente “invisibili”. Le opere, che secondo le stime verranno completate entro il 2025, andranno così a incrementare ancora di più l’efficienza, l’affidabilità e la sostenibilità elettrica di una vasta area del settentrione.

Terna, l’AD e DG Stefano Donnarumma: “Renderemo ‘green’ le prossime Olimpiadi invernali”

Nello specifico, per quanto riguarda il territorio lombardo Terna prevede circa 60 km di nuovi cavi, oltre alla dismissione di 3 km di vecchie linee aeree. I lavori interesseranno principalmente l’area metropolitana di Milano e la Provincia di Sondrio, con la “Livigno-Premadio” come infrastruttura principale. In Veneto il Gruppo si concentrerà sull’area bellunese. Infine, nel territorio della provincia di Trento verranno invece realizzati oltre 20 km di linee interrate, mentre a Bolzano Terna prevede di realizzare circa 46 km di nuovi elettrodotti in cavo. “Con questi interventi strategici e a servizio dell’intero sistema elettrico italiano – ha commentato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Stefano Donnarummaprosegue il nostro impegno per dotare il Paese di un’infrastruttura di trasmissione moderna, ancor più efficiente, sicura e resiliente”. Ad occuparsi della fornitura dei cavi Brugg Cables, società del Gruppo specializzata nella progettazione e realizzazione di infrastrutture interrate, mentre per la realizzazione delle opere l’azienda conta di impiegare 30 squadre di specialisti: “È un impegno che ci rende particolarmente orgogliosi, data la rilevanza a livello globale dell’evento sportivo che l’Italia ospiterà. Grazie alle nostre competenze d’eccellenza ingegneristica e all’avanguardia della tecnologia – conclude l’AD e DG di Ternacontribuiremo a rendere ‘green’ la XXV edizione dei Giochi Olimpici di Milano e Cortina 2026, con opere sostenibili e a ridotto impatto paesaggistico”.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...