Maggiore visibilità per le vostre notizie, articoli e comunicati stampa

Le economie mondiali sono alle prese con gli effetti di pandemia e conflitto russo-ucraino. Solo le aziende capaci di rinnovarsi possono puntare alla crescita. A spiegarlo è Cristina Scocchia, Amministratore Delegato di Illycaffè.

Cristina Scocchia

Cristina Scocchia: “Energia e alimentari i settori in maggiore difficoltà. Al vaglio diverse soluzioni”

Cristina Scocchia è stata chiamata da Illycaffè per portare a termine il processo di quotazione in Borsa. Un’operazione oggi in itinere ma che dovrà tenere conto dei cambiamenti radicali avvenuti in pochi mesi nello scenario mondiale. A parlarne è la stessa Cristina Scocchia in una recente intervista a cura di “Nordest Economia”. Gli effetti della pandemia, il conflitto russo-ucraino, l’acuirsi della crisi energetica e l’inflazione stanno sferrando colpi sempre più duri a tutto il commercio internazionale: “Non vedo una soluzione vicina. Ci sono ulteriori rallentamenti nella catena della logistica. I costi di produzione aumentano in uno scenario di instabilità che sta condizionando le politiche economiche e monetarie”. Energia e alimentari i settori maggiormente in sofferenza: “Purtroppo il peggio non è passato e non credo che neppure la questione dei costi dell’energia in Europa si risolverà nel breve termine”. Per la manager l’unica via è ridefinire i piani industriali: “Serve un mix di coraggio e resilienza per continuare a investire e puntare sulla crescita. Anche in Illycaffè stiamo studiando soluzioni per mantenere intatto il nostro vantaggio competitivo nonostante l’aumento dei costi di produzione e il prevedibile rallentamento dei consumi a causa degli aumenti dell’inflazione. Non basterà il taglio dei costi discrezionali, bisognerà puntare su innovazione, digitalizzazione e sostenibilità”.

Cristina Scocchia: “Pnrr? Un’opportunità per modernizzare e rilanciare il Paese”

Per affrontare gli impatti non solo economici, ma anche politici, sociali e culturali di questo periodo caratterizzato da profonda incertezza, i 223 miliardi del Pnrr possono rappresentare un faro di speranza. Per Cristina Scocchia le risorse europee sono “un segnale di fiducia da parte dell’Europa” e “una delle più importanti opportunità per rilanciare la crescita e riemergere dalla crisi”. Soprattutto considerato l’irrigidimento della politica monetaria, con la Bce che si sta adeguando al rialzo dei tassi avviato dalla Fed: “In tutto il mondo si stanno rivedendo al ribasso le prospettive di crescita. La crescita in Cina sta frenando a causa di una recrudescenza della pandemia e della crisi sul mercato delle commodities a causa della guerra in Ucraina. Anche gli Usa rallentano”. Nonostante tutto, Cristina Scocchia resta ottimista: “Dai periodi difficili si creano anche grandi opportunità di ripresa. A patto – sottolinea – che si sappia orientare la spesa pubblica per costruire il nostro futuro rispettando le scadenze dell’Europa. Perdere i soldi del Pnrr significherebbe perdere una grande occasione per modernizzare il Paese”. Illycaffè intanto accelera l’impegno su transizione energetica e sostenibilità ambientale: “Ci siamo posti un obiettivo importante. Nel 2033, il nostro centesimo anniversario, Illycaffè sarà carbon free. Dobbiamo pensare alle nuove generazioni”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...