Maggiore visibilità per le vostre notizie, articoli e comunicati stampa

Il Digital Wealth Management insieme a nuove modalità per diffondere cultura in materia di investimenti: Banca Generali punta a essere “la cerniera tra il nuovo mondo digitale e quello tradizionale”, ha commentato l’AD Gian Maria Mossa.

Digital Wealth Management: progetto Edufin3.0 di Banca Generali, l’analisi dell’AD Gian Maria Mossa

Banca Generali, Istituto leader nel settore del Digital Wealth Management, avvia un nuovo progetto interamente dedicato all’educazione finanziaria. Lo ha reso noto l’Amministratore Delegato del Gruppo, Gian Maria Mossa, presentando Edufin3.0, iniziativa realizzata insieme all’imprenditore digitale Marco Montemagno. Il progetto si inserisce in un’area, quella dell’educazione finanziaria, che presenta ancora notevoli carenze nel Paese: lo conferma anche Bankitalia segnalando che solo il 44,3% degli italiani possiede competenze finanziarie sufficienti, dato che ci pone al 25° posto su 26 nella classifica OSCE sul tema. A fare da specchio sono i numeri riguardanti i risparmi privati delle famiglie: “La ricchezza investibile oggi ammonta a circa 3,6 trilioni, e di questi ben 1,4 trilioni sono parcheggiati sui conti correnti”, ha dichiarato Gian Maria Mossa, aggiungendo che tale quadro “cambia radicalmente se si guarda ai risparmi in mano alle reti di consulenza (circa 800 miliardi secondo Assoreti), con appena il 15% tenuto in liquidità”. L’AD di Banca Generali ha inoltre confermato come, negli ultimi anni, si sia assistito a una trasformazione nelle dinamiche distributive: gli asset si stanno spostando dai sistemi tradizionali ai consulenti finanziari, e gli asset digitali stanno guadagnando popolarità. Il Digital Wealth Management, in altri termini, cresce e con esso anche la necessità di formazione.

Digital Wealth Management: Banca Generali come “cerniera tra il nuovo mondo digitale e quello tradizionale”

L’AD di Banca Generali Gian Maria Mossa ha inoltre specificato che “investire negli asset digitali vuol dire investire in vere e proprie aziende”: nel digitale – e nel Digital Wealth Management in particolare – assistiamo a un mondo “che va capito e spiegato, e che da un punto di vista degli investimenti segue le stesse logiche degli asset tradizionali. Noi vogliamo essere la cerniera tra il nuovo mondo digitale e quello tradizionale”. Anche da ciò deriva Edufin3.0, progetto avviato da Banca Generali insieme all’imprenditore digitale Marco Montemagno: sviluppato con puntate settimanali, Edufin3.0 nasce per diffondere maggiore cultura finanziaria anche nell’ambito degli investimenti. L’iniziativa propone un palinsesto editoriale articolato sui principali social media, con 52 puntate pubblicate sul canale YouTube di Marco Montemagno e condivise anche in podcast su Spotify. Oltre ai canali Facebook, Twitter e LinkedIn, si punta anche su Instagram e TikTok per la fascia di pubblico più giovane. Edufin3.0 si dedicherà, tra le altre cose, ad argomenti quali la finanza, il Digital Wealth Management, l’inflazione e gli investimenti sostenibili, focalizzandosi anche su temi più recenti come le cryptovalute, la blockchain e il metaverso.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...