Maggiore visibilità per le vostre notizie, articoli e comunicati stampa

Per la BEI l’elettrodotto di Terna è un’opera di importanza strategica per garantire la sicurezza energetica della Penisola.

Terna

Accordo Terna – BEI, partita la prima tranche da 500 milioni

È stato stipulato lo scorso 8 novembre tra Terna e la Banca Europea per gli Investimenti il nuovo contratto di finanziamento da 500 milioni di euro destinato a supportare la costruzione e messa in esercizio del “Ramo Est”, il cavo del Tyrrhenian Link che collegherà la Sicilia alla Campania. Quella della BEI è solo la prima tranche di un investimento complessivo pari a 1,9 miliardi stanziato per la realizzazione dell’opera che unirà la Penisola alla Sicilia e quest’ultima alla Sardegna (Ramo Ovest). L’elettrodotto sottomarino, lungo circa 970 chilometri e con 1.000 MW di potenza in corrente continua, permetterà di indirizzare l’energia pulita prodotta negli impianti rinnovabili del Sud verso le regioni settentrionali, dove attualmente la domanda è maggiore dell’offerta. L’opera di Terna favorirà lo sviluppo nazionale delle rinnovabili e contribuirà a incrementare la sicurezza energetica del Paese, oltre ad apportare importanti benefici nei territori coinvolti, come testimonia il recente lancio del Tyrrhenian Lab: “In qualità di Banca per il clima dell’UE – ha dichiarato Gelsomina Vigliotti, Vice Presidente dell’Istituto – la BEI è lieta di aver firmato la prima tranche da 500 milioni di euro per sostenere la costruzione di un’opera di grandissima importanza strategica per garantire la sicurezza energetica italiana, nonché per diminuire le emissioni di CO2, favorire lo sviluppo di rinnovabili e quindi ridurre il costo delle nostre bollette”.

Terna, il commento dell’AD e DG Stefano Donnarumma

Secondo le previsioni del Gruppo, il Tyrrhenian Link entrerà a pieno regime nel 2028, mentre il primo cavo del “Ramo Est” sarà operativo già entro la fine del 2025. Per il progetto, Terna  prevede un investimento totale di 3,7 miliardi, di cui circa il 50% finanziato dalla BEI con la nuova operazione. Soddisfatto dell’accordo l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Stefano Donnarumma, che ha dichiarato in occasione della firma: “Il Tyrrhenian Link è il più importante progetto al mondo di trasmissione di energia elettrica sotto il mare, un’opera di eccellenza ingegneristica italiana che consentirà di accelerare in maniera determinante lo sviluppo delle fonti rinnovabili. Siamo particolarmente soddisfatti che la Banca Europea per gli Investimenti abbia riconosciuto la strategicità di un’infrastruttura fondamentale per la sicurezza del nostro sistema elettrico”. Con la prima tranche del nuovo finanziamento salgono a circa 2,6 i miliardi di euro complessivi accordati finora dalla BEI a Terna. Nel triennio 2019-2021 l’Istituto ha erogato oltre 36 miliardi di euro a favore di progetti italiani in linea con gli obiettivi e i principi della Climate Bank Roadmap, approvata per sostenere gli obiettivi del Green Deal europeo e lo sviluppo sostenibile.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...